Com’è Fatta una Camera da 4,80€ a… Chiang Mai, Thailandia
20 settembre 2011
L’Ospitalità di Nimbin
19 dicembre 2011
Show all

10 Curiosità sull’Outback Australiano

Il tentativo di definire l’Outback riuscirebbe a mettere in difficolta` anche gli australiani stessi. Dove inzia? Dove finisce? Bene non si sa, c’e` chi dice cominici poco al di fuori delle grandi citta`, c’e` chi conta come outback soltanto le aree disabitate, c’e` chi lo descrive per il colore, rosso acceso, e chi considera la vegetazione piu` bassa, il bush, parte di esso. Alla fine dei conti non e` ben chiaro a nessuno questo outback cosa sia, l’unica cosa certa e` che si tratta di un luogo magnifico.

1. La maggior parte dei visitatori definisce l’Outback come l’area circostante la citta` di Alice Springs, o soltanto come la parte centrale dell’Australia. In realta` quest’area e` il “Red Centre” che e` nient’altro che una piccola parte dell’outback, che invece si espande per migliaia di chilometri da nord a sud, e da est a ovest.

2. Il 90% della piccola popolazione australiana vive lungo le aree costali, principalmente sulla costa est, lasciando la stragrande maggioranza dell’entroterra disabitato. Non a caso spesso quando si parla della densita` di popolazione sul territorio, invece di contare le persone per km2, si calcolano i km2 per persona. Al momento, gli australiani hanno qualcosa come 308.000 m2 di terreno a testa, mentre i canguri, avendo una popolazione quasi tripla a quella umana, possono calpestarne soltanto poco piu` di un terzo a testa, o meglio, a marsupio.

3. L’Outback e` casa delle due piu` grandi roccie del mondo, che si contendono il primato in una non troppo chiara sfida. Il famoso Uluru e` il monolite piu` grande, con ben 8 km di diametro, mentre il Mt.Augustus, nel Western Australia, che copre un area di quasi 4.800 ettari, e` il primo monoclite. La differenza tra monolite e monoclite? Non lo so, ma infondo sono solo due sassi. Grossi sassi.

4. Come raccontato in Downunder di Bill Bryson, nel 1993, una forte scossa provenitnete da qualche parte nell’outback del Western Australia, fu registrata dai sismografi di tutto il Pacifico. I dati non conducevano a niente di simile a un terremoto, e la scossa aveva una potenza 170 volte maggiore di qualsiasi esplosione guidata mai eseguita dalle compagnie minerarie. L’unica opzione sembrava essere la caduta di un meteorite ma un cratere non fu mai trovato, e il caso venne archiviato come irrisolto, e presto dimenticato. Ci vollero quasi quattro anni per scoprire che dei membri di un organizzazione criminale giapponese, che in precedenza aveva acquistato 500.000 acri di terreno nell’outback (infondo perche` non investire qualche miliardo in un pezzo di deserto?), stava testando degli esplosivi nucleari per un futuro attentato a Tokyo. In quale altro paese qualcuno viene, sgancia un paio di bombe nucleari, e se ne va senza che nessuno se ne accorga?

5. Fino al 1997 non esistevano limiti di velocita` sulle strade dell’outback nel Northern Territory.

6. Nel 1987 un famiglia di Alice Springs chiamo` la polizia riportando l’avvistamento di un mostro. Dopo una mattinata di caccia, una bestia pelosa, alta due metri, con lineamenti scimmieschi, aveva interrotto il loro pic-nic, uscendo improvvisamente da una vecchia tanica d’acqua vuota abbandonata nel bush. La polizia, dopo varie ricerche, e` riuscita a trovare un uomo alto 203 cm, dal peso di 159 kg, seduto nudo sul ciglio della strada, non si sa bene perche`.

7. Il Taipan, abitante dell’outback, e` il serpente piu` velenoso mai conosciuto. La quantita` di veleno massima rilasciata in un solo morso e` stata registrata a 110 mg, abbastanza per uccidere 100 persone, o 250.000 topi.

8. Il nome del tipico masupiale australiano, il canguro, proviene da quando uno dei primi colonizzatori bianchi, alla vista dell’animale per la prima volta chiese come si chiamasse ad un aborigieno che rispose “Kanguru”, che in lingua nativa significa “Non lo so”.

9. Il sud-est dell’Australia e` separato da un recinto che parte dal centro del Nullarbor Plain in South Australia, per arrivare a Jimbur nel sud del Queensland. Questo recinto, chiamato “Dingo Fence” taglia il deserto per evitare l’ingresso dei dingo, considerati una peste, nella zona piu` fertile del Paese, ed e` una delle strutture piu` lunghe al mondo con i suoi 5.614 km, quasi il doppio della Grande Muraglia Cinese. Per gestire il recinto nella parte del Queensland (oltre 2.000 km) sono stati assunti ben 23 impiegati.

10. Il 15% del PIL australiano proviene dalle miniere nell’outback. Queste occupano pero` soltanto lo 0.02% del terriotorio, una fetta molto piu` piccola di quella occupata dai pub.

Fonti: poco chiare o attendibili.

Rispondi