Fotografare Persone: 17 Trucchi per Farlo Meglio
22 ottobre 2014
Amritsar e La Comica Cerimonia di Chiusura del Confine tra India e Pakistan
3 novembre 2014
Show all

In Partenza per la Cina: 38 Cose che Devi Sapere

Di curiosità sulla Cina se ne potrebbero trovare un’infinità. La sua popolazione così grande, il suo territorio e la sua storia antica e recente ne fanno l’ecosistema perfetto per tutte le contraddizioni e quei numeri che possono lasciare un po’ sbalorditi. Qui 38 cose che devi sapere prima di partire per la Cina, che ti aiuteranno a mettere un po’ di cose in prospettiva:

1. La Cina ha la più grande popolazione nel mondo, con oltre 1.357.380.000 abitanti. Una persona ogni cinque nel mondo è cinese.

2. Nonostante esistano quasi 60 diverse etnie in Cina, il 91,5% sono Han.

3. In Cina tutto il suolo appartiene al governo e non esiste proprietà privata per quando riguarda il terreno. Seppur con alcune modifiche alle leggi è stato così da 1949, ossia dalla presa di potere del partito comunista. I cittadini possono prendere in concessione la terra su cui costruire la propria casa e in questo modo la casa diventa loro ma il suolo su cui questa è costruita rimane statale ed è necessario continuare a pagare l’affitto per sempre.

4. Esistono diversi metri, ma se si considera la popolazione all’interno della municipalità Shanghai è la città più grande al mondo con oltre 24 milioni di abitanti, più di tutta l’Australia.

5. Il Partito Comunista Cinese è ormai in carica da quasi 70 anni. Questo non può cambiare fino a quando il sistema elettivo non cambierà. Le votazioni infatti sono solo interne al partito e per accedere al partito bisogna passare numerosi test che garantiscano la propria affidabilità.

6. Nelle aree più popolate la cremazione dei morti è divenuta obbligatoria in quanto non c’è spazio per i cimiteri tradizionali.

7. In Cina durante un funerale ci si veste di bianco.

8. In Cina i prezzi degli smartphone partono da 40 €.

9. L’autostop in Cina è ancora molto in uso nelle aree rurali, ma il segnale da utilizzare in questo caso non è il pollice alzato ma la mano aperta con il palmo rivolto verso il basso. Come citato nel libro Country Driving di Peter Hessler, fare l’autostop in Cina somiglia ad accarezzare sulla testa un cane invisibile.

10. La legge del figlio unico sta subendo dei cambiamenti, ma fino a poco tempo fa non era concesso avere più di un figlio, tranne in casi eccezionali. In aree rurali poteva venire concesso un permesso speciale se il primo figlio era femmina o handicappato.

11. Di recente una nuova legge concede la possibilità di avere due figli a quelle coppie in cui entrambe le parti sono figli unici. Il problema è che con l’avanzare del capitalismo in Cina le priorità sono cambiate e molte coppie non hanno più interesse ad avere neanche il primo.

12. Un milione di bambine vengono abortite ogni anno data la preferenza dei cinesi ad avere un figlio maschio. Per questo si prevede che nel 2020 tra i 30 e i 40 milioni di uomini non riusciranno a trovare moglie, la disparità dei sessi è troppo elevata.

13. La città di Datang produce un terzo di tutti i calzini del mondo.

14. Quella di Yiwu invece produce un quarto di tutte le cannucce del mondo.

15. A Kunming, la capitale del Yunnan, esiste un parco divertimenti in cui una comunità di nani vive all’interno di piccole caverne a forma di fungo e propone spettacoli e musical. L’inventore di questo parco ha detto di averlo fatto per dare lavoro a queste persone altrimenti in difficoltà, ma l’effetto zoo umano fa ancora discutere.

16. Tra molti cinesi vi era la credenza che il miglior modo di lavarsi i denti era semplicemente sciacquandosi la bocca con del tè verde. Mao era tra questi.

17. Il Kung Fu in realtà si chiama Wushu. Kung Fu viene da Gong (lavoro, merito) e Fu (uomo) e significa nient’altro che qualsiasi pratica che richiede studio, impegno e pazienza per essere completata. Una traduzione errata lo ha portato ad essere il termine con cui si indicano le arti marziali cinesi.

18. Come racconta Terzani nel suo “La Porta Proibita” una passione che unisce i cinesi è stata a lungo l’allevamento dei grilli. Oggi la pratica è in decadenza ma allevare, vendere e scambiare grilli domestici è stato in uso a lungo.

19. Il Partito Comunista aveva una volta bannato la possibilità di tenere animali domestici, cani in particolare, in quanto questa veniva vista come un’attività borghese e quindi poco comunista. Da quando la legge è stata ritirata è avvenuto un boom nella passione per gli animali e i cani che si vedono circolare oggi per le strade sono vestiti, curati e adorati.

20. Una pratica particolare è quella di tingere i propri cani per farli somigliare ad altri animali. Si possono trovare i grandi mastini tibetani colorati di bianco e nero per sembrare panda, o cani più piccoli dipinti di arancione a strisce nere come fossero tigri.

21. Secondo una ricerca il 71% dei cinesi misura il proprio successo dalle cose che possiede. Questo lo rende il paese più materialista al mondo, seguito dall’India, in cui il 58% delle persone ha dato la stessa risposta.

22. In Cina 4 milioni di gatti sono mangiati ogni anno.

23. In Cina Facebook, Twitter e moltre altre piattaforme di condivisione sono bloccate. Di fatto è abbastanza facile utilizzarle grazie ai servizi VPN, anche se tecnicamente illegale.

24. In Cina la parola “censura” è censurata.

25. In Cina 100 milioni di persone vivono con meno di un dollaro al giorno.

26. Il numero dei condannati a morte annuali è segreto di stato in Cina. Secondo Amnesty Internetional il numero potrebbe variare tra i 1.770 fino ad arrivare agli 8.000, anche se è impossibile dare un dato preciso. Negli Stati Uniti la media è di 60 condannati all’anno.

27. In Cina vengono usate ogni anno 80 miliardi di paia di bacchette usa e getta per mangiare. Per questo vengono tagliati circa venti milioni di alberi ogni anno.

28. Le banconote di carta sono state inventate in Cina.

29. Il territorio coperto dalla Cina dovrebbe toccare ben cinque diversi fusi orari, ma per standardizzare la vita di tutti i suoi abitanti il governo ne ha imposto uno solo. Questo comporta che in alcuni mesi dell’anno è ancora giorno alle dieci di sera nella parte occidentale del paese.

30. Un terzo dell’inquinamento di San Francisco, nella costa occidentale degli Stati Uniti, arriva dalla Cina.

31. In Cina la Playstation è illegale, perché il governo non vuole che i giovani perdano tempo con i videogiochi.

32. In Cina si costruisce un nuovo grattacielo ogni cinque giorni.

33. In Cina tutti i prodotti cosmetici devono essere obbligatoriamente testati sugli animali, mentre in Europa questo è illegale.

34. La parola Cina si crede derivi dal nome dell’imperatore Qin (pronunciato Cin), che fu il capo della dinastia a cui si deve l’unificazione della Cina, nel 221 A.C.

35. La carta igienica è stata inventata in Cina.

36. Due invenzioni italiane potrebbero essere state in realtà create in Cina. La prima è il gelato che si crede sia stato prodotto per la prima volta impastando latte e riso per poi metterli nella neve. La seconda sono gli spaghetti, provenienti dai noodles, di cui Marco Polo portò la ricetta al suo ritorno in Italia.

37. In due anni la Cina ha prodotto più cemento di quanto gli Stati Uniti ne abbiano prodotto nel ventesimo secolo. La Cina è inoltre il consumatore principale di cemento, utilizzando circa il 60% della produzione globale.

38. I treni sono il miglior mezzo per muoversi in Cina e le sue rotaie potrebbero fare due volte il giro del mondo se stese in linea retta.

2 Comments

  1. mela ha detto:

    Articolo davvero interessante come sempre! Grazie!

  2. Fabio Nodari ha detto:

    Davvero interessante… Vivendo a Taiwan posso dire che sono due culture davvero diverse..Anche se simili nell'immaginario comune.

Rispondi