Dispacci dalla Strada #8: Italia
18 maggio 2013
Through Indonesia: il Video
30 maggio 2013
Show all

Working Holiday Nuova Zelanda: La Guida

Visto Working Holiday Nuova Zelanda

E così hai deciso di partire. Hai deciso di lasciarti alle spalle le abitudini, la routine di casa e uscire dal mondo conosciuto per esplorare una terra lontana, per muoverti in direzione di un luogo fresco, stimolante, nuovo. Vuoi uscire dalla tua zona di comfort, confrontarti con ambienti e persone differenti, capire cosa c’è e quali possibilità si presentano oltre i confini dell’Italia. Vuoi andare in Nuova Zelanda. Perché la Nuova Zelanda non è Londra, e non è neanche l’Australia. È una terra piccola, di cui si parla e si sente poco. Vuoi prenderti un anno di pausa, staccare la spina, per affrontare un’esperienza che ti permetta di alimentare la tua curiosità, interagire con una cultura diversa e, soprattutto, farti crescere come persone. Ma come?

Oggi mollare tutto e partire è più facile di quanto pensi. Il visto Working Holiday è un permesso concesso dal governo neozelandese a tutti i cittadini italiani di età compresa tra i 18 e i 31 anni. Questo visto permette vivere, viaggiare e lavorare in Nuova Zelanda per un anno intero, a volte di più, senza gravare sulle tasche di nessuno, neanche le proprie. Basta richiedere il visto, comprare un biglietto e partire. O forse no.

Questa guida è la risorsa fondamentale per chiarire e trovare soluzione ai dubbi di chiunque sia prossimo alla partenza o crede che questa non sia realizzabile. Domande come “Dove trovo i soldi per partire? Quanto costa un viaggio del genere? Troverò lavoro? E se non so l’inglese? Come faccio a trovare casa?” diventano con “Working Holiday Nuova Zelanda – Esperienza agli Antipodi” poco più che scuse. Questa è la prima, e unica, guida in italiano sul tema, curata da chi in Nuova Zelanda ci ha passato oltre due anni, che racchiude in sé tutto il necessario per visitare, stabilirsi, lavorare e magari fermarsi downunder a tempo indefinito. Il tutto in modo indipendente e a bassissimo costo, per sfruttare al massimo questa opportunità concessaci una volta soltanto. Cosa contiene la guida?

     Organizzazione

  • Una approfondita introduzione sulla Nuova Zelanda, che va ad esplorare la cultura antica e moderna di questo paese, l’economia, la situazione a livello lavorativo e la lingua vista da uno straniero;
  • Come trovare i soldi per partire e finanziare la parte iniziale del viaggio;
  • Come calcolare il budget iniziale, con risposte alle domande “Quanti soldi mi porto? Quali sono i costi all’arrivo? Quanto costa la vita in Nuova Zelanda? Quanto ci metto a trovare lavoro?”;
  • Come ottenere il visto Working Holiday, il modo migliore per fare richiesta dei documenti, con tempi e i costi aggiornati;
  • L’estensione del visto e i requisiti richiesti per allungare il Working Holiday;
  • L’acquisto del biglietto aereo, con tecniche per trovare il prezzo più basso e le differenze tra l’acquisto in agenzia e in modo indipendente;
  • Scegliere uno zaino da viaggio che regga e la lista di carico completa, con consigli specifici alla Nuova Zelanda;
  • Assicurazione di viaggio, trasporto dei soldi, carte di credito e debito;
  • Arrivare dall’Australia e la possibilità di richiedere il visto dopo aver già fatto un Working Holiday nella terra dei canguri e le differenze con l’Australia;

     In Nuova Zelanda

  • Appena arrivati: guida all’acquisto di una carta SIM, l’accesso a Internet, l’apertura del conto in banca e il Codice IRD (necessario per lavorare);
  • Dove dormire: tutte le possibilità di alloggio, come e dove trovare casa, calcolo dei costi di affitto e come muoversi all’inizio senza affidarsi ad un’agenzia;
  • Dove dormire a costo zero, sfruttando le opportunità gratuite disponibili sul territorio per viaggiare spendendo niente;

     Lavoro

  • Situazione lavorativa in Nuova Zelanda: cosa aspettarsi e come approcciare il mercato;
  • Come scrivere un curriculum in inglese che funzioni con esempi e parole chiave;
  • L’importanza della cover letter;
  • Come trovare lavoro e quali sono le opportunità presenti nelle varie aree;
  • Oltre 20 link e contatti utili per la ricerca nei diversi settori;
  • I lavori più comuni tra backpackers e viaggiatori;
  • Trovare lavoro nell’ospitalità e nel turismo;
  • Tutto ciò che c’è da sapere sul lavoro stagionale nell’agricoltura anche senza esperienza, con approfonidmenti nei diversi settori dell’orticoltura, nel vino e nelle dairy farm;
  • Elenco dei migliori Working Hostels nei centri agricoli di Isola Nord e Sud per trovare lavoro senza neanche cercarlo;
  • Diritti e doveri del lavoratore, incluso capitolo sulla tassazione;

     Il Viaggio On The Road

  • Dove e quando andare;
  • Trasporti in Nuova Zelanda, capire come muoversi sul territorio, viaggiando a costi limitatissimi approfittando delle offerte sui mezzi di trasporto;
  • Acquistare un mezzo senza farsi fregare;
  • Assicurazione auto e guida in Nuova Zelanda;
  • L’Autostop;
  • Itinerari consigliati su Isola Nord e Isola Sud;
  • Costi di un viaggio su strada;

     In Più

  • Ottenere un Work Permit, andando ad esaminare le possibilità per fermarsi in Nuova Zelanda a tempo indefinito;
  • Lasciare la Nuova Zelanda: recuperare o meno le tasse e chiudere il conto in banca;
  • Risorse: quasi 100 link diretti per sistemarsi, dormire, lavorare e muoversi.

Il Formato

“Working Holiday Nuova Zelanda – Esperienza agli Antipodi” è un eBook di oltre 200 pagine fornito in quattro differenti formati per essere letto su ogni device. Scaricando il pacchetto riceverete una cartella .zip contenente il file in formato PDF, MOBI, ePub e Txt, per essere utilizzato su computer, iPad, iPhone, Kindle, Kobo o qualsiasi altro eReader e tablet. Questo non è un libro di carta, ed è disponibile solo in versione digitale per dare massima portabilità al viaggiatore, rendendo il costo ridotto e il peso uguale a zero. La grafica intuitiva raccoglie alla fine di ogni capitolo una pagina singola che riassume quanto discusso in precedenza, e questa, come la lista di risorse o l’elenco dei siti per trovare lavoro, possono essere stampate in formato A4. Le 200 pagine della guida non includono fotografie o immagini, soltanto informazioni scritte dall’inizio alla fine.

L’Autore

Angelo Zinna, dopo aver trascorso un anno in Australia, pubblica “Working Holiday Australia – Vivi, lavora e viaggia nella terra dei canguri” la prima guida targata Exploremore al WH in Oceania. Il riscontro positivo da parte di centinaia di giovani alla ricerca diun’esperienza di vita e viaggio a lungo termine, porta Angelo a spostarsi  in Nuova Zelanda e ricominciare da capo. Questa guida è frutto di due interi anni di viaggio, vita e lavoro sulla piccola coppia di isole agli antipodi, di un contatto diretto con il territorio che pochi hanno la fortuna di sperimentare per un periodo così lungo.

Angelo Zinna è l’ideatore di Exploremore, per saperne di più leggi l’About.

Come Acquistare la Guida

Cliccando sul pulsante “Compra Ora” in basso sarai indirizzato alla pagina sicura di PayPal dove procedere con l’acquisto. Se hai un conto PayPal basta inserire e-mail e password, per pagare con carta di credito o debito (anche Poste Pay) basta invece cliccare su “Crea un nuovo conto” e inserire i propri dati. Completato questo passo sarete indirizzati al link dove scaricare la guida, oltre a riceverla nella vostra e-mail.

Il Costo

Il prezzo della guida è 7,99€. Le informazioni contenute in questo testo non si trovano altrove, sono rare e confuse su vari siti internet e al momento non esiste ancora un manuale su questo tema, in particolare sulla Nuova Zelanda. Il lavoro di stesura del testo e controllo di tutte le fonti ha richiesto oltre sei mesi, da aggiungere ai due anni di permanenza vera e propria in Nuova Zelanda, sulla quale è basata questa idea. Questo è un lavoro completamente indipendente, nessuno dei link e dei contatti all’interno del testo ha sponsorizzato il progetto e tutte le opinioni sono proprie dell’autore, condivise in modo genuino per permettere a tutti di intraprendere un’avventura del genere.

Comincia il tuo viaggio da oggi, scarica la tua copia di “Working Holiday Nuova Zelanda – Esperienza agli Antipodi”!

(Transazioni sicure: Per la transazione di soldi e libro Exploremore si affida a due dei migliori servizi disponibili on-line: E-Junkie e PayPal)

8 Comments

  1. jasmine ha detto:

    Ho 23 anni e sono un perito chimico. La nuova Zelanda può essere la scelta adatta per lavorare in questo campo? Ho un anno e mezzo di esperienza in lab, mentre precedentemente ho lavori nel campo dell' hospitality. Che visto dovrei fare?

    • Angelo Zinna ha detto:

      Partire con il Working Holiday è l'idea migliore a meno che tu non trovi lavoro già dall'Italia e quindi uno sponsor.

      • jasmine ha detto:

        Grazie. Vorrei sapere se la cosa migliore una volta arrivata li sia cercare nell'hospitality, essendo piu facile trovare credo, oppure puntare subito alla chimica, che è ciò che mi interessa fare nella vita, anche se non so quanto è probabile ottenere uno sponsor per più anni. Grazie

        • Angelo Zinna ha detto:

          Se trovi un lavoro nella chimica uno sponsor è probabile che tu lo ottenga. Io cercherei entrambi contemoraneamente, con due diversi curriculum. Puoi cominciare a lavorare nell'hospitality e muoverti appena trovi di meglio.

  2. Marco ha detto:

    Ciao Angelo, sono ormai a meno di un mese dalla mia partenza (8 gennaio) per la Nuova Zelanda. Alla fine mi sono deciso e ad ottobre ho fatto domanda per il visto e ho preso il volo. Adesso che sono nella fase organizzativa avrei un paio di domande da farti se puoi gentilmente rispondermi 😉

    1. Qual'è la banca migliore con cui aprire un conto? O una vale l'altra?

    2. C'è un posto che mi puoi consigliare (a Auckland) per comprare la macchina o il van?

    3. Secondo te meglio un diesel o benzina?

    4. Mi consigli di fare l'assicurazione per la macchina? Visto che quella inclusa prevede solo i danni sulle persone e non sui veicoli

    5. Quando lascerò la mia macchina parcheggiata per fare un trekking di qualche giorno, dove lascio il bagaglio pesante? E' sicuro lasciarlo in macchina? O ci sono posti che possono "guardarti" il bagaglio?

    Scusa per le tante domande ma come potrai capire sono le tipiche paranoie pre-partenza 🙂

    Un saluto

    Marco

    • Angelo Zinna ha detto:

      Ciao Marco, trovi tutte le risposte alle tue domande all'interno della guida: https://exploremore.it/guide/visto-working-holiday

      • Marco ha detto:

        Ciao Angelo, ho letto la tua guida tutta d'un fiato: molto utile e dettagliata, hai fatto un gran lavoro per i posteri 😉

        Più o meno hai risposto alle domande che ti avevo fatto sopra, tranne che per una che ti riporto:

        5. Quando lascerò la mia macchina parcheggiata per fare un trekking di qualche giorno, dove lascio il bagaglio pesante? E’ sicuro lasciarlo in macchina? O ci sono posti che possono “guardarti” il bagaglio?

        Questo è importante saperlo perché sicuramente durante i trekking non mi porterò dietro tutto il bagaglio ma solo il necessario in uno zaino di piccole/medie dimensioni.

        Grazie ancora e Buon Natale!

        • Angelo Zinna ha detto:

          Ciao Marco,

          Grazie dei complimenti, mi fa piacere che la guida ti sia piaciuta. Se "vivi" in macchina allora sì, è relativamente sicuro lasciare la tua roba chiusa in auto. È ovvio che l'incidente può accadere (a me hanno rubato lo zaino in Australia dal pulmino una volta), ma non è la norma. In alternativa puoi chiedere agli ostelli, se ti fermi una notte prima del trekking puoi chiedere di lasciare oggetti di valore fino al tuo ritorno. Spesso ci sono cassette di sicurezza. La criminalità in Nuova Zelanda comunque è bassa, non dico che non possa succedere un furto, ma non mi preoccuperei troppo a lasciare uno zaino in macchina per qualche giorno.

Rispondi