In Partenza per la Nuova Zelanda: 14 Cose Che Devi Sapere

Che la Nuova Zelanda sia tra i posti più lontani da casa in cui tu possa finire probabilmente lo sai già, e se questa non è un’informazione sufficiente a bloccarti dal partire allora poco altro riuscirà farlo. E dato che sei in partenza, ci sono alcune cose che dovresti sapere. Tipo:

1. Kiwi chi?

I neozelandesi vengono chiamati kiwi. Kiwi è anche un termine usato come aggettivo per descrivere tutto ciò che è neozelandese, mentre il frutto a cui noi facciamo riferimento di solito con questa parola viene chiamato kiwi fruit. In Nuova Zelanda esiste anche un raro volatile che non vola, divenuto simbolo nazionale, chiamato, anch’esso, kiwi (o kiwi bird). Insomma, in Nuova Zelanda potresti trovarti a mangiare un kiwi con kiwi mentre avvisti un kiwi. Il bello è che questo kiwi in realtà è un frutto di origine cinese, introdotto in Nuova Zelanda soltanto nel 1959 e conosciuto anche con il nome di uva spina cinese, o chinese gooseberry.

2. Da dove vengono i Maori?

I maori sono stati il primo popolo a occupare l’isola tra l’800 e il 1300. Il problema è che questi maori nessuno sa bene da dove siano venuti e tutt’oggi si discute la loro origine. La loro tradizione dice che provengano da un isola mitologica chiamata Hawaiki, di cui nessuno sa la locazione.

3. E i Mariori?

Oltre ai maori, è esistito un altro gruppo che si è insediato in Nuova Zelanda prima dell’arrivo degli europei, occupando però le Chatham Islands. Questo popolo era chiamato mariori, ed al contrario dei maori era pacifista. Nel 1835 un gruppo di Maori ha invaso l’isola e li ha quasi completamente sterminati.

4. Donne al potere

La Nuova Zelanda è stato il primo paese ad avere le tre principali posizioni di potere occupate da donne: il Primo Ministro (Helen Clark), il Governatore Generale (Dame Silvia Cartwright) e il Ministro della Giustizia (Sian Elis).

5. Distanze

Wellington è la capitale più a sud del mondo. E anche una tra le più ventose.

6. Ladri di pecore & Co.

La Nuova Zelanda è un paese molto liberale. Matrimoni gay, prostituzione e bordelli sono legali, possono essere serviti alcolici 24 ore al giorno dal venerdì al sabato e la patente può essere presa a soli 15 anni. Un tempo era addirittura legale rubare una pecora a un fattore, a patto che gli si lasciasse la pelliccia di lana appesa al recinto. Perchè comunque anche un ladro deve avere rispetto.

7. Minoranza Umana

In Nuova Zelanda soltanto il 5% della popolazione è composta da umani, il resto sono animali. Ad oggi vi sono quasi 30 milioni di pecore, ma poche decine d’anni fa si toccavano i 70 milioni. Allo contempo, prima dell’insediamento umano non era presente nessun mammifero di terra (apparte una specie di pipistrello), specie introdotta dall’uomo per fini di caccia e allevamento, portando malattie e danneggiando un ecosistema non adatto a questi animali. Un po’ come comprare un acquario per andare a pescare.

8. Mare, mare, mare

Nessun punto della Nuova Zelanda è a più di 128km dal mare e in alcuni punti dell’isola sud è possibile andare a sciare al mattino e poi in spiaggia per un bagno nel pomeriggio.

9. Terremoti

Ogni anno vengono registrati circa 400 terremoti in Nuova Zelanda, di cui un centinaio vengono avvertiti fisicamente senza strumenti, ma non sono di sufficiente importanza per lanciare allarmi.

10. La prima alba

Le Chatham Islands sono il primo posto abitato al mondo dove si vede l’alba.

11. Il primo bungee jumping

Il bungee jumping è stato inventato in Nuova Zelanda da A.J. Hackett negli anni ’80, prendendo ispirazione dal rituale del land diving nell’isola di Vanuatu.

12. Le famose dairy farm

In Nuova Zelanda vengono prodotti 100kg di burro e 65kg di formaggio per abitante ogni anno.

13. In Nuova Zelanda non esistono serpenti

Al contrario che in Australia, in Nuova Zelanda non c’è quasi nessun animale pericoloso per l’uomo. Di conseguenza, campeggio e trekking sono attività relativamente sicure e la natura può essere esplorata senza preoccupazioni.

14. Primati invidiabili (e non)

La Nuova Zelanda ha molti primati: è stato il primo paese ad aver dato il diritto di voto alle donne nel 1893; è casa di Sir Edmund Hillary, primo uomo sulla cima dell’Everest; ospita Auckland, la città con il maggior numero di barche pro-capite del mondo; e qui si trova anche luogo con il nome più lungo in assoluto più lungo in assoluto, ossia “Taumatawhakatangi-hangakoauauotamatea-turipukakapikimaunga-horonukupokaiwhenuaki-tanatahu”, una collina vicino Hawke’s Bay. Ah già, qualcuno è anche entrato nel Guinness dei primati per la più grande pallina di nastro adesivo mai fatta, del peso di 52 chili.

In partenza per la Nuova Zelanda?


Working Holiday Nuova Zelanda - Esperienza agli Antipodi è la prima guida in italiano per trasferirsi, vivere e viaggiare in Nuova Zelanda con un visto vacanza-lavoro. Con oltre 200 pagine di contenuti aggiornati, contatti diretti e informazioni pratiche per organizzare il viaggio dall'inizio alla fine è la risorsa fondamentale per sfruttare al meglio il tuo anno downunder.
 
 

Rispondi